• Titolo originale: Kokuhaku
  • Regia: Nakashima Tetsuya
  • Cast: Matsu Takako, Okada Masaki, Kimura Yoshino
  • Sceneggiatura: Nakashima Tetsuya dal romanzo di Minato Kanae
  • Fotografia: Ato Shoichi, Ozawa Atsushi
  • Montaggio: Koike Yoshiyuki
  • Colonna sonora: Toyohiko Kanahashi
  • Scenografia: Nishio Tomomi
  • Luci: Takakura Susumu
  • Produttore: Kawamura Genki, Ishida Yuji, Suzuki Yutaka, Kubota Yoshihiro
  • Produttore esecutivo: Minami Ichikawa
  • Anno: 2010
  • Paese: Giappone
  • Specifiche tecniche dvd:

    Formato: 16/9 1.78:1
    Lingue: Dolby Digital 2.0 Giapponese/ Dolby Digital 5.1 Giapponese/ Dolby Digital 2.0 Italiano/ Dolby Digital 5.1 Italiano
    Sottotitoli: Italiano/ Italiano per non udenti

    Specifiche tecniche bluray:
    Formato: HD 1080 24p 16/9 1.78:1
    Lingue: Dolby Digital 2.0 Giapponese/ Dolby Digital 5.1 Giapponese/ DTS HD Master Audio 5.1 Giapponese/ Dolby Digital 2.0 Italiano/ Dolby Digital 5.1 Italiano/ DTS HD Master Audio 5.1 Italiano
    Sottotitoli: Italiano/ Italiano per non udenti

  • Contenuti speciali dvd:

    "Una lunga, instancabile vendetta", intervista a Mark Schilling, critico cinematografico e consulente del Far East Film Festival, Sezione Giappone, Trailer della linea Far East

    Contenuti speciali bluray:
    "Una lunga, instancabile vendetta", intervista a Mark Schilling, critico cinematografico e consulente del Far East Film Festival, Sezione Giappone, Trailer della linea Far East

Confessions

Un capolavoro giapponese, inquietante e assoluto. Altissima arte.
Michael Mann

Una bambina viene trovata morta nella piscina di una scuola. La polizia archivia il caso come un incidente, ma la madre, l’insegnante di scuola media Yukio Moriguchi, non ne è convinta, e, una volta scoperti gli assassini, decide di farsi giustizia da sola. Questa scoperta e questa vendetta sono al centro di Confessions, un racconto a più voci di estrema bellezza formale, sospeso fra Bach e i Radiohead, che attraversa un dolore infinito senza catarsi o redenzione. Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Kanae Minato, edito in Italia da Giano Editore.

 

Recensioni

Echi di Arancia Meccanica.
Federico Pontiggia, Rolling Stone

Un Tarantino giapponese tra Rashomon e i Radiohead.
Francesco Alò, Il Messaggero.