• Titolo originale: Jongheun nom, Nabbeun nom, Isanghan nom
  • Regia: Kim Jee-woon
  • Cast: Song Kang-ho (il Matto), Lee Byung-hun (il Cattivo), Jung Woo-sung (il Buono), Yoon Je-moon , Ryoo Seung-soo, Song Yeong-chang, Son Byeong-ho, Oh Dal-su, Uhm Ji-won
  • Sceneggiatura: Kim Jee-woon, Kim Min-suk
  • Fotografia: Seung-Chul Oh, Mogae Lee
  • Montaggio: Nam Na-young
  • Colonna sonora: Chan Young-gyu, Dalparan
  • Scenografia: Cho Hwa-sung
  • Luci: Oh Seung-chul
  • Produttore: Choi Jae-won, Kim Jee-woon
  • Produttore esecutivo: Miky Lee
  • Anno: 2008
  • Paese: Corea del Sud
  • Durata: 120'
  • Specifiche tecniche film:

    Formato: DCP

  • Specifiche tecniche dvd:

    Formato: 16/9 2.35:1
    Lingua: Dolby Digital 2.0 Italiano/ Dolby Digital 5.1 Italiano/ Dolby Digital 2.0 Coreano/ Dolby Digital 5.1 Coreano
    Sottotitoli: Italiano/ Italiano per non udenti

    Specifiche tecniche bluray: 
    Formato HD 1080 24p 16/9 2.35:1
    Audio: DTS HD Master Audio 5.1 Coreano/ Dolby Digital 5.1 Coreano/ Dolby Digital 2.0 Coreano/ DTS HD Master Audio 5.1 Italiano/ Dolby Digital 5.1 Italiano/ Dolby Digital 2.0 Italiano
    Sottotitoli: Italiano/ Italiano per non udenti

  • Contenuti speciali dvd:

    "Un ponte verso la Corea": intervista ad Emanuele Sacchi, Interviste al regista e agli interpreti, Finali alternativi, Trailer della linea Far East

    Contenuti speciali bluray:
    "Un ponte verso la Corea": intervista a Emanuele Sacchi, Making of, Interviste al regista e agli interpreti, Finali alternativi, Trailer della Linea Far East
     

  • Links:
  • Il buono il matto il cattivo - sito ufficiale

Il buono il matto il cattivo

Uno schianto. Letteralmente.
The Times

Sinossi

Manciuria, anni '30. Chang-yi (Lee Byung-heon), un killer dandy che ha perennemente stampato in faccia un sogghigno ironico, viene assoldato per recuperare una mappa in mano a un banchiere giapponese. Intanto, a sua insaputa, l’infallibile cacciatore di taglie Do-won (Jung Woosung) viene incaricato della stessa missione dall’esercito indipendentista coreano. La mappa però, dopo un’esplosiva rapina ad un treno, è finita nelle mani di un ladro, Tae-gu (Song Kang-ho), convinto che essa conduca ai favolosi tesori della dinastia Qing. Comincia una lotta serrata tra i tre, disposti a tutto per non restare fuori dal gioco!

Il regista

Kim Jee-woon è sicuramente uno dei registi più importanti del cinema coreano contemporaneo. Dotato di un talento visivo fuori dal comune, ha la capacità di scrivere storie sempre fresche e accattivanti e reinterpretare i generi cinematografici. Con solo cinque lungometraggi all’attivo ha collezionato più di 15 premi assegnategli in tutto il mondo tra cui il premio per la miglior regia al Festival di Milano e l’Audience Award al Far East Film Festival, entrambi per il suo film d’esordio, The Quiet family (1998). Fra i suoi film visti in Italia è impossibile dimenticare il terrificante horror A Tale of Two Sisters (2003), che divenne oggetto di un remake made in U.S.A. Con Il buono il matto il cattivo, Jee-woon firma il suo omaggio al grande Sergio Leone a vent’anni dalla sua scomparsa, e un tributo all'influenza che ha esercitato sulle nuove generazioni di cineasti.

Recensioni

Se Sergio Leone potesse vedere Il buono il matto il cattivo,  un omaggio gioiosamente irriverente ai suoi spaghetti western che ci viene dalla Corea, probabilmente ne invidierebbe l’abbondanza di mezzi disponibili al regista Ji-woon Kim.
Wendy Ide,  The Times (U.K.)

Uno schianto. Letteralmente.
The Times

L’Oriente incontra L’Occidente, che incontra di nuovo l’Oriente, con risultati che solleticano il palato in Il buono il matto il cattivo.
Derek Elley, Variety

Sfonda i confini del realismo, costruendo un momento di cinema mozzafiato molto coinvolgente
Nicoletta Dose, mymovies.it

Kim Jee-won si dimostra ancora una volta regista e autore preparato, ironico e super cool.
Cineblog.it

Il film è assolutamente spettacolare, quanto ritmo, scene di massa, riprese…sposa quel melange ironico-tragico che segnò il meglio degli spaghetti western.
Stelio Solinas, Il Giornale

Messa in scena lussureggiante, cromatismi abbaglianti, e, soprattutto, sequenze d’azione allo stato dell’arte
Nicola Picchi, Cinemalia.it

Kim Ji Woon è uno dei nomi più importanti nel panorama produttivo cinematografico sudcoreano contemporaneo […] …una variante divertente ed originale che contribuisce notevolmente a rendere questo film un esperienza visiva strepitosa.
Daniele Clementi, avanzidipopolo.it


Premi e festival

2008 Cannes International Film Festival, Fuori concorso

2008 Sitges – 41° Catalonian International Film Festival, Premio alla Miglior Regia e Premio ai Migliori Effetti Speciali

2008, Asia Pacific Screen Awards, Winner of Achievement in Cinematography, Nomination to Achievement in Directing
Hong Kong International Film Festival

Telluride Film Festival