• Titolo originale: Terumae Romae
  • Regia: Takeuchi Hideki
  • Cast: Abe Hiroshi, Ichimura Masachika, Kitamua Kazuki, Ueto Aya
  • Anno: 2012
  • Paese: Giappone
  • Durata: 108'
  • Specifiche tecniche dvd:

    Video: 16/9 2.39:1
    Audio: Dolby Digital 2.0 Italiano/ Dolby Digital 5.1 Italiano/ Dolby Digital 2.0 Originale/ Dolby Digital 5.1 Originale
    Sottotitoli: Italiano/ Italiano per non udenti

    Specifiche tecniche bluray:
    Video: HD 1080 24p 16/9 2,39:1
    Audio: Dolby Digital 2.0 Italiano/ DTS HD Master Audio 5.1 Italiano/ Dolby Digital 2.0 Originale/ DTS HD Master Audio 5.1 Originale
    Sottotitoli: Italiano/ Italiano per non udenti

  • Contenuti speciali dvd:

    Intervista al regista Hideki Takeuchi, Presentazione di Thermae Romae 2, Trailer italiano, Trailer della linea Far East

    Contenuti speciali bluray:
    Intervista al regista Hideki Takeuchi, Presentazione di Thermae Romae 2, Trailer italiano, Trailer della linea Far East

Thermae Romae

Tutte le strade portano a... una vasca da bagno! Ecco Thermae Romae, spassoso viaggio nel tempo dove un architetto romano del 128 DC salva l’Impero sfruttando le future tecnologie nipponiche! L’adattamento del manga gioca benissimo con gli anacronismi, fra antica Roma e Giappone contemporaneo, e intrattiene gli spettatori sul filo di un irresistibile umorismo e di un crepitante stile farsesco.
– Maggie Lee, Variety –

Il film

Presentato in anteprima mondiale al quattordicesimo Far East Film Festival di Udine e tratto da un celebre manga, con vasto seguito anche in Italia, Thermae Romae narra le gesta di Lucius Modestus (il divo nipponico Abe Hiroshi, assolutamente perfetto per il ruolo): un aitante architetto che, dall’Antica Roma, si ritrova improvvisamente catapultato nel Giappone contemporaneo! Girato a Cinecittà e nei dintorni della Capitale, il film pullula di comparse italiane e, qui e là, fa ricorso all’uso del Latino (qualche prof impugnerà la penna rossa) e ad arie d’opera (tra cui la Marcia trionfale dell’Aida). La sceneggiatura accumula gag su gag e non risparmia colpi di scena, sfruttando con invidiabile creatività l’artificio narrativo del viaggio nel tempo, e i miracoli digitali fanno il resto, assieme ai vari set romani e all’accuratezza dell’intera operazione. Cecil B. DeMille, re indiscusso dei peplum hollywoodiani, avrebbe sicuramente approvato!

Il manga

Firmato dalla fumettista giapponese Mari Yamazaki, e vincitore dei prestigiosi Manga Taisho Awards nel 2010, il manga di Thermae Romae mostra e dimostra con sagacia le similitudini tra le due civiltà che più di tutte le altre hanno amato le terme: quella degli antichi romani e quella giapponese! Pubblicato in patria sulla rivista Comic Bearn, e in Italia dalla Star Comics, è stato anche tradotto in un anime di tre puntate per la Fuji TV.

Il regista

Nato nel 1966, Takeuchi Hideki ha iniziato a lavorare per Fuji Television e nel 1996 ha diretto la prima delle sue serie per il canale televisivo. Nel 1998 ha vinto il premio come miglior regista ai Television Drama Academy Awards per Just a Little More, God e, successivamente, lo ha conquistato altre tre volte, insieme ad altri riconoscimenti del settore. Takeuchi ha debuttato nei lungometraggi nel 2009 con la commedia musicale drammatica in due parti Nodame Cantabile. Alternandosi fra cinema e piccolo schermo, ha fatto seguire a Thermae Romae (uscito nei cinema giapponesi il 28 aprile 2012) due serie televisive, passando con molta disinvoltura dal dramma storico alla commedia brillante. Thermae Romae ha ottenuto un clamoroso successo al botteghino tanto che ne è stato fatto un sequel, uscito in Giappone il 26 aprile 2014 e presentato in Italia al Far East Film Festival.

Recensioni

Thermae Romae fa qualche immersione occasionale nelle torbide acque delle guerre e degli intrighi politici dell’antica Roma, ma rimane saggiamente ancorato ai suoi presupposti comici, evitando di strombazzare con urgenza sciovinista il contrasto tra il Giappone progredito e l’arretratezza di Roma.
Al contrario, il film evidenzia aspetti della cultura giapponese tradizionale del bagno collettivo che possono essere visti come irrimediabilmente antiquati dalle giovani generazioni nipponiche, abituate ad immergersi in un solitario e antisettico sfarzo, ma che agli occhi del neofita Lucius (e del pubblico occidentale) recuperano tutto il loro splendore.
– Mark Schilling, The Japan Times –

Sul gancio narrativo del confronto tra Roma e Giappone, con il contrasto di elementi in comune e differenze stridenti, si giocano le sorti di un mix di comicità melbrooksiana e nonsense strettamente nipponico, con surplus di babele linguistica.
Notevole la vis comica di Abe Hiroshi, esempio raro e memorabile di comicità nipponica al 100% e, nel contempo, universale. Proprio come il linguaggio della risata dovrebbe sempre essere (e sovente non è).
– Emanuele Sacchi, Mymovies –