• Regia: Pablo Iraburu, Migueltxo Molina
  • Cast: Jaime Mimún, Ghariba El Bokhari, Bockar Bricio, Karen Hernànez, Álvaro Enciso, Meza Weza, Izak Nel
  • Sceneggiatura: Pablo Iraburu
  • Fotografia: Pablo Iraburu
  • Montaggio: Pablo Iraburu, Migueltxo Molina
  • Colonna sonora: Mikel Salas
  • Produttore: Arena Comunicación Audiovisual
  • Produttore esecutivo: Pablo Iraburu, Igor Otxoa, Harkaitz Martínez de San Vincente
  • Anno: 2015
  • Paese: Spagna
  • Durata: 80'

Walls

Il 9 novembre 1989, quando il muro di Berlino fu abbattuto, molti sognarono un mondo senza più divisioni. Ventisette anni dopo, come racconta il documentario di Pablo Iraburu e Migueltxo Molina, i muri vivono e crescono ancora intorno a noi. In tutto, più di ottomila chilometri di cemento armato, reti, filo spinato, sensori elettronici installati ai quattro angoli del globo e utilizzati per tener lontani "nemici", "terroristi", "clandestini" e "contrabbandieri". Una coppia di giovani messicani cerca il modo di superare il confine con gli Stati Uniti. Un gruppo di uomini aspetta il momento giusto per oltrepassare la barriera che divide il Marocco da Melilla, enclave spagnola in Africa. Alcuni migranti tentano di superare il Limpopo, il fiume che separa lo Zimbabwe dal Sudafrica. Davanti agli occhi dello spettatore scorrono le immagini di queste zone di frontiera, scene che si fondono e si sovrappongono in modo armonico tra loro, stimolando le persone ad analizzare la questione in un'ottica universale.

Recensioni

Il festival Le Voci dell'Inchiesta, dopo aver fortemente voluto ospitare nella IX edizione l'anteprima nazionale di Walls, ha deciso di impegnarsi nella sua distribuzione italiana assieme alla Tucker Film, per l'assoluta necessità e attualità dei temi che i registi Iraburu e Molina hanno saputo mostrare in questo lavoro. Presentato in vari Festival Internazionali, vincitore - tra gli altri premi - della menzione speciale ai festival di San Sebastiano e all' IDFA di Amsterdam, Walls porta il pubblico sui confini ai quattro angoli del mondo - Spagna e Marocco, U.S.A. e Messico, Sud Africa e Zimbabwe, Israele e Palestina - e lo fa con eccezionale potenza visiva. Il film presenta un'esperienza cinematografica rarissima, di un'intensità folgorante, dove si cammina accanto ai fuggitivi, si cerca di scavalcare i muri insieme a chi cerca di migrare, si teme per la propria incolumità, quasi schivando le pallottole.
Riccardo Costantini, Le Voci dell'Inchiesta

Premi e festival

Doha Film Institute Ajyal Youth Film Festival - Bader Best Feature Film
IDFA - OXFAM Global Justice Award
IBAFF International Film Festival of Murcia - Audience Award
Cinema for Peace Nominée 2015
Cleveland International Film Festival - Official Selection
MSPIFF Minneapolis San Paul International Film Festival - Official Selection
San Sebastian Film Festival
Stockholm Film Festival
Nantes Festival du Cinéma Espagnol
Geneva International Film Festival and Forum on Human Rights
Graz Fragments Filmfestival for Human Rights
Vilnius Film Festival
Millennium DOCS against Gravity Film Festival
Le Voci dell'Inchiesta
One World International Human Rights Documentary Film Festival