• Regia: Matteo Oleotto
  • Cast: Giuseppe Battiston, Rok Prašnikar, Robero Citran, Marjuta Slamič, Teco Celio
  • Sceneggiatura: Daniela Gambaro, Pier Paolo Piciarelli, Matteo Oleotto, Marco Pettenello
  • Fotografia: Ferran Paredes Rubio
  • Montaggio: Giuseppe Trepiccione
  • Colonna sonora: Antonio Gramentieri con Sacri Cuori
  • Scenografia: Vasja Kokelj, Anton Špacapan Vončina
  • Produttore: Igor Prinčič
  • Produttore esecutivo: Ognjen Dizdarevi´c
  • Anno: 2013
  • Paese: Italia / Slovenia
  • Durata: 112'
  • Specifiche tecniche dvd:

    Video: 16/9 2.35:1
    Audio: Dolby Digital 2.0 Italiano/ Dolby Digital 5.1 Italiano
    Sottotitoli: Italiano per non udenti

  • Contenuti speciali dvd:

    Trailer ufficiale/ Web trailer / "Alla ricerca di un blu", Intervista a Giuseppe Battiston

Zoran, il mio nipote scemo

"Il film rivelazione della Mostra del Cinema di Venezia"
Luca Pellegrini, Avvenire

Paolo Bressan trascorre le sue giornate da Gustino, gestore di un’osteria in un piccolo paese vicino a Gorizia. Un quarantenne alla deriva, cinico e misantropo, professionista del gomito alzato ma anche della menzogna compulsiva, che lavora di malavoglia in una mensa per anziani e insegue senza successo l’idea di riconquistare Stefania, la sua ex moglie. Ma le cose cambiano con l’entrata in scena di Zoran, un quindicenne occhialuto lasciatogli in “eredità” da una lontana parente slovena, che parla in modo strano e sembra anche un po’ ritardato. Scopre così di essere zio, e la cosa lo disgusta. Solo quando si accorge che suo nipote Zoran è un vero fenomeno a lanciare le freccette, si ricrede. Ogni anno si svolgono i campionati mondiali di freccette con un montepremi di 60 mila euro e Paolo non ha nessuna intenzione di lasciarsi scappare questa opportunità. Grazie a Zoran comincia a pensare di poter fare finalmente centro nella sua vita... Ci riuscirà? Una cosa è certa: Paolo s’è svegliato da un letargo che durava da sempre e ha iniziato a inseguire un riscatto personale. Ma Paolo l’inaffidabile, Paolo l’insopportabile, Paolo l’alcolista, prima di vincere qualsiasi gara di freccette, sarà in grado di sconfiggere se stesso?

Recensioni

"Zoran, il mio nipote scemo si beve e lascia nel finale in bocca un sapore amabile e rotondo."
Marzia Gandolfi, Mymovies.it

"E' uno di quei film che inneggiano all'innocenza degli esclusi con una grazia ironica e raffinata."
Natalia Aspesi, La Repubblica

Premi e festival

Vincitore alla 70. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia
Premio del Pubblico Rarovideo - Settimana della Critica
Premio Schermi Qualità Premio FEDIC
Premio Schermi di Qualità
Menzione della Federazione dei Critici del Mediterraneo (Fedeora) a Giuseppe Battiston

Vincitore al 16. Festival del Cinema Sloveno/Festival Slovenskega Filma di Portorose
Premio come Miglior film in coproduzione
Premio per la Migliore scenografia