No Blood No Tears – Tucker Film
No Blood No Tears

Il Tarantino coreano.

Virgolette
- Korea JoongAng Daily -
Sinossi.

Gyung-sun è una tassista esasperata dai clienti violenti e da un marito con il vizio del gioco che la lascia in un mare di guai. Alle spalle ha un passato da scassinatrice di casseforti, e tiene duro con la speranza di poter un giorno rivedere la figlia. Soo-ji è la pupa di un gangster brutale e manesco, sopravvive giorno dopo giorno sognando di sfondare come cantante. Destini con poco o nulla in comune, eppure, quando le due donne per caso si incontrano, capiscono che per loro è giunta l’ora del riscatto: decise a rubare un sacco di soldi, e a vendicarsi delle angherie subite, le due si lanciano in una fuga iperviolenta e adrenalinica attraverso il mondo della malavita sudcoreana.

  • Bio del regista
    Ryoo Seung-Wan.

    Fin dal suo esordio sulla scena cinematografica coreana con il lungometraggio a bassissimo budget Die Bad, Ryoo si è fatto notare con thriller e film d’azione come No Blood No Tears, Arahan, Crying Fist, City of Violence e The Unjust. Le sontuose ed elaborate scene d’azione, così come uno stile innovativo e sfrontato, sono la cifra distintiva dei sanguinolenti thriller polizieschi di Ryoo.
    Il suo film precedente, The Unjust, un’acuta indagine nella corruzione dilagante fra le classi più abbienti nella Corea contemporanea, ha ottenuto i consensi della critica e del pubblico con più di 2,8 milioni di spettatori.
    Dopo una pausa di tre anni, Ryoo ritorna con The Berlin File, regalandoci la storia di quattro agenti segreti che vivono esistenze clandestine e operano sotto copertura nella Berlino contemporanea. Sullo sfondo della metropoli internazionale, agenti nord e sud coreani sono impegnati in una caccia all’uomo senza esclusione di colpi. Una spy-story che cattura appieno l’essenza dello stile unico di Ryoo.

  • Dello stesso regista

Locandina del film

Biografia

- dalla biografia del regista -
Ryoo Seung-Wan.

Fin dal suo esordio sulla scena cinematografica coreana con il lungometraggio a bassissimo budget Die Bad, Ryoo si è fatto notare con thriller e film d’azione come No Blood No Tears, Arahan, Crying Fist, City of Violence e The Unjust. Le sontuose ed elaborate scene d’azione, così come uno stile innovativo e sfrontato, sono la cifra distintiva dei sanguinolenti thriller polizieschi di Ryoo.